News

Per un preventivo telefona al +39.0575.21696

ALITALIA, ECCO LE OFFERTE LUFTHANSA ENTRA IN GIOCO

24/07/2017 Aveva detto a più riprese di non essere interessata ad Alitalia. Semmai l’attenzione poteva ricadere sugli slot e su alcuni aerei della flotta. E invece a sorpresa anche Lufthansa sarebbe nella partita del gruppo ristretto dei pretendenti per rilevare la compagnia italiana. Sarebbe questo quanto emergerebbe dalle prime analisi effettuate da Rotschild, incaricata di analizzare le 13 proposte non vincolanti arrivate entro lo scorso 26 luglio. E si tratterebbe di un quadro migliore rispetto a quanto prospettato all’inizio, secondo quanto riportato dal Messaggero.
Nella partita easyJet, Ryanair ed Etihad
Oltre al gruppo tedesco, infatti, sarebbero altre tre le compagnie interessate ad acquistare Az: easyJet, Ryanair ed Etihad. E le loro proposte non porterebbero al temuto spezzatino, ma ad una acquisizione in blocco o quasi.
Le prossime tappe
Ovviamente si tratta ancora di una fase intermedia e i giochi sono ancora aperti. Secondo quanto comunicato dalla compagnia in una nota successiva alla chiusura della data room, “in base all’analisi delle proposte ricevute, i commissari straordinari entro la prossima settimana provvederanno a definire e sottoporre all’approvazione del Ministero dello Sviluppo Economico l’indirizzo del programma dell’amministrazione straordinaria nonché i contenuti del bando di gara recante termini, finalità e modalità di svolgimento delle prossime fasi della procedura”. Quindi bisognerà attendere fino al mese di ottobre per le offerte vincolanti, quelle che realmente potranno decidere il futuro della compagnia.
Le proposte
Tornando alle proposte dei quattro big, tutti sarebbero interessati alle tratte, corto, medio e lungo raggio, insieme a manutenzione e addestramento. Fuori invece il settore dell’handling, sempre secondo quanto riportato da Il Messaggero. Nessuna indicazione, invece, per quanto riguarda il prezzo che Lufthansa, Ryanair, easyJet ed Etihad sarebbero disposti a pagare.

TERREMOTO A KOS, 2 MORTI OLTRE 100 FERITI.

Due persone sono morte e oltre 100 sono rimaste ferite a causa di un forte terremoto, magnitudo 6.7, che ha colpito il Mar Egeo, tra Grecia e Turchia. Ecco cosa sappiamo finora:

  • La scossa è stata avvertita all'1.31 del mattino (mezzanotte e mezza in Italia) 
  • L'epicentro è a circa 10 chilometri a Sud di Bodrum, nota località turistica della Turchia, e a 16 chilometri dall'isola greca di Kos
  • Le due vittime - secondo il sindaco di Kos si tratta di due turisti, come riporta Repubblica, sono rimaste sotto le macerie del soffitto di un bar.
  • Secondo quanto riporta il Guardian i feriti sono circa 200, 120 a Kos e una settantina in Turchia.
  • La profondità del sisma è di appena 10 chilometri sotto il fondo marino.
  • Il centro sismologico europeo ha segnalato a Bodrum un "piccolo tsunami", con il livello dell'acqua che si è alzato per il sisma.

Le immagini postate sui social media mostrano danni e allagamenti, con l'acqua alta fino ad un metro. L'ospedale principale di Bodrum è stato evacuato e sono state pubblicate immagini di pazienti sulle barelle all'esterno della struttura.

Si raccomanda di seguire scrupolosamente le indicazioni delle autorità locali.
L'aeroporto è aperto ma con operatività ridotta. Per ulteriori informazioni sulla programmazione dei voli è possibile consultare il sito www.kgs-airport.gr

 

 

 

ALITALIA, L’IPOTESI DELRIO: 'METTEREMO ALTRO DENARO'

20/07/2017 Se non ci fossero offerte per mantenere l’integrità di Alitalia, il Governo pensa a “un prolungamento dell’azione commissariale” o anche a “mettere altro denaro pubblico”. Così il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha affrontato il tema del vettore nel corso di un’audizione alla Camera.

  Il tema chiave, secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, è che Alitalia “non può vendere rotte, asset e settore della manutenzione, ma va tenuta intera. Ha una massa critica che può consentire di recuperare gli squilibri” ha detto il ministro.

“La nostra idea - ha sottolineato Delrio - è quella che l’asset vada mantenuto integro e che vi siano investitori disponibili a aumentare il numero degli aeromobili, ad adeguare la parte di sviluppo sulle rotte di medio-lungo raggio e a credere in uno sviluppo anche del settore interno, però con maggiore attenzione rispetto ai costi e al mercato che nel frattempo è diventato molto più competitivo”.

La soluzione del Governo
Nel caso in cui, però, non si trovassero delle offerte che garantissero l’integrità dell’asset, Delrio ipotizza che il Governo potrebbe intervenire nuovamente. “Siamo contrari alla statalizzazione” dice il ministro, che però ha aperto a “piccole quote pubbliche”, ipotesi già presa in considerazione con il possibile ingresso di Invitalia.

Il problema di Alitalia, secondo Delrio, “più che la riduzione del personale, anche se è vero che rispetto ad altre compagnie ha molti più lavoratori di terra, sta nella mancanza di ricavi”.

Per questo l’obiettivo è quello di trovare “un grande investitore che creda nello sviluppo della compagnia e abbia la competenza per farlo”.

VOLARE NEGLI STATI UNITI DA OGGI LE NUOVE NORME

 19/07/2017 Partono oggi, 19 luglio, le nuove regole per la sicurezza sui voli verso gli Usa, che si applicheranno su 280 aeroporti di tutto il mondo. Le nuove norme, di cui TTG Italia ha parlato negli scorsi mesi, riguarderanno in particolare i dispositivi elettronici e i controlli si focalizzeranno sulla possibilità di trasportare esplosivi nascosti nei laptop.

Le nuove procedure saranno applicate a tutti i voli in arrivo negli Usa, circa 2.100 collegamenti al giorno veicolati da 180 compagnie aeree.

Secondo quanto riportano fonti di stampa estere, le nuove regole, che scatteranno contemporaneamente in tutti gli aeroporti internazionali interessati,  porteranno a prolungare i tempi per i controlli, e quindi i vettori stanno invitando i passeggeri a presentarsi con il dovuto anticipo in aeroporto prima della partenza.

La situazione in Italia
Per quanto riguarda l’Italia, Delta Air Lines ha confermato l’entrata in vigore delle misure aggiuntive così come richiesto dallo “U.S. Department of Homeland Security – dice il vettore in uno statement -. Le misure aggiuntive si applicheranno a tutti i passeggeri; tali controlli saranno effettuati all’aeroporto di partenza. I passeggeri diretti negli Usa da un aeroporto internazionale sono incoraggiati ad arrivare almeno 3 ore prima della partenza per poter espletare tutte le misure di sicurezza”.

Anche Alitalia si adeguerà alle nuove regole sugli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa, da dove partono i suoi voli verso gli Stati Uniti. C. P.-R. P.

 

LA TUNISIA CI RIPROVA NUOVI VOLI IN ARRIVO

18/07/2017 Detassazioni sui charter, promozione su misura, sicurezza, offerta differenziata e servizi di alto livello. La Tunisia inaugura una strategia diversa per riguadagnarsi la fiducia del turismo italiano.Un compito arduo, che trova ora nelle istituzioni e nella diplomazia nuove alleate: sono infatti Dorina Bianchi (a sinistra nella foto), sottosegretaria di Stato ai Beni e alle Attività culturali e al Turismo, e Selma Elloumi-Rekik (a destra nella foto), ministra del Turismo e dell'Artigianato della Tunisia, le registe del meeting di Gammarth che apre un'era di stretta collaborazione.
"La graduale ripresa della meta registrata dopo il 2015 è soltanto grazie all'investimento sulla sicurezza", ha subito messo in chiaro Elloumi-Rekik. Un partenariato in piena regola quello tra i due Paesi: "Il dialogo per la promozione reciproca sta dando risultati - ha sottolineato Bianchi -. La Tunisia rappresenta, storicamente, una delle mete turistiche preferite dagli italiani e destinazione privilegiata degli investimenti dei nostri operatori. Il Governo italiano intende aiutare le autorità locali a riattivare i flussi verso la Tunisia. Con un coordinamento efficace possiamo fare di più. Vogliamo tornare a essere un mercato di riferimento".
T.o. e collegamenti aerei la priorità
Da qui l'impegno a sostenere gli operatori anche a "superare positivamente - ha aggiunto la sottosegretaria - alcuni contenziosi che si sono creati all'indomani dell'avvio della transizione".
Intanto diventa più serrato il dialogo sul tema voli. "Si sta lavorando sui collegamenti aerei - ha confermato Bianchi -.  La domanda crescerà man mano che questi aumenteranno". Sarebbero, quindi, in corso trattative con Peoplefly, broker cagliaritano specializzato in charter, e i primi voli potrebbero iniziare a agosto. "Ci sono esoneri totali per i charter - ha spiegato la ministra tunisina - sull'aeroporto di Tabarka". Scalo a cui punterebbe proprio Peoplefly con un collegamento a circuito coterminalizzato.
Il nodo crociere
Ma non mancano solamente gli aerei a questa destinazione, poiché mancano completamente le navi da crociera, che non scalano più sulle coste tunisine. Un'assenza che si è notata anche al meeting del 17 luglio al The Residence. "Ci sono dei contenziosi da risolvere, ed è per questo che non sono presenti gli operatori crocieristici - ha fatto sapere Dorina Bianchi -. Ma siamo impegnati anche su questo fronte, e stiamo dialogando con gli operatori del settore per trovare una mediazione".

RYANAIR: POLEMICHE SUI POSTI CASUALI 'COLPA DEL LOAD FACTOR'

I passeggeri Ryanair non viaggiano più seduti accanto, nonostante abbiano fatto un'unica prenotazione? Colpa del load factor e non una mossa di marketing. Almeno a quanto riferiscono dalla compagnia irlandese che, dopo le proteste di molti clienti, ha rilasciato una dichiarazione in merito.

"Non c'è alcun cambiamento nella policy di Ryanair (applicata dal febbraio 2014) a seguito dell'introduzione dei posti assegnati a bordo dei nostri voli - si legge nella nota -. Poiché abbiamo un load factor del 95% e stiamo trasportando sempre più clienti, è ora disponibile un numero inferiore di posti per l'assegnazione casuale".

L'accusa mossa alla compagnia da molti clienti è che il sistema casuale di assegnazione gratuita dei posti separi deliberatamente i passeggeri, costringendoli alla scelta del posto a pagamento, così da viaggiare assieme.

Un caso affrontato anche dalla stampa spagnola, con il quotidiano La Vanguardia che ha dedicato ampio spazio alla cosa, raccogliendo le rimostranze di genitori separati dai propri figli, anche molto piccoli, innamorati costretti a volare lontani e gruppi di turisti o scolaresche sparpagliati per l'aeromobile, senza dimenticare la questione sicurezza all'interno dell'aeromobile, ma anche all'esterno, sulla pista, con ingolfamenti di passeggeri occupati a ritrovare i propri cari.

"La sicurezza non può essere un bene di mercato", si legge nell'articolo spagnolo, "la strategia commerciale dell'Always getting better perde di valore se manca di progresso etico e funzione sociale". A. P.

GENERAZIONI A CONFRONTO, L’EVOLUZIONE DEI VIAGGI DAGLI ANNI ’60 AD OGGI

Generazioni a confronto, l’evoluzione dei viaggi dagli anni ’60 ad oggi

La maggiore libertà di spostamento, gli sviluppi tecnologici e l’abbassamento delle tariffe hanno modificato senza ombra di dubbio le abitudini di viaggio di generazione in generazione, dagli anni 60 ad oggi. È il quadro che emerge dal Travel Through the Generations, ricerca condotta da eDreams che ha messo a confronto tre generazioni (Millennials, Baby Boomers e under 20)  in otto Paesi del mondo.

A cambiare negli anni non è stata la voglia di spostarsi, quanto più l’accessibilità dei viaggi, soprattutto di medio e lungo raggio, grazie all’incremento dell’offerta dei collegamenti e all’abbassamento delle tariffe. Ne è una dimostrazione il fatto che per la maggior parte degli over 50 intervistati il primo viaggio all’estero sia diventato realtà dopo la maggiore età, mentre per il 66 per cento dei loro figli già alla tenera età di 5 anni. Così come il numero dei viaggi collezionati entro i primi 12 anni di vita: 10 per i nati negli anni 90 contro i 5 dei Baby Boomers.

Tipologie di viaggio
Un’accessibilità quella di cui hanno potuto godere le nuove generazioni che ha influito anche sulle motivazioni dei loro viaggi e sugli obiettivi della vacanza. Dall’indagine emerge infatti come i più giovani siano più propensi a scegliere vacanze attive, legate allo sport o allo yoga, oppure legate al gusto.

La rivoluzione online
L’innovazione tecnologica ha contribuito certamente a dare sfogo alle fantasie dei giovani viaggiatori, che rispetto ai loro predecessori possono ora ispirarsi e prenotare direttamente online. Secondo lo studio infatti, 7 viaggiatori su 10, ovvero il 75 per cento è solito prenotare tramite Ota rispetto a 10 anni fa. Pratica diffusa soprattutto sui mercati italiano, spagnolo e portoghese.

Maggiore disponibilità economica
Maggiore anche la possibilità di spesa. Il budget medio dedicato ora alle vacanze è del 16 per cento. Percentuale che cresce fino al 20 per cento in Italia.

Un altro capitolo è riservato infine ai mezzi. Gli spostamenti in aereo sono cresciuti del 6 per cento e si registra un boom nel segmento del noleggio, con un +25 per cento di richiest

IL VOLO RYANAIR FERMO DA DUE GIORNI A BERGAMO: BLOCCATI OLTRE 100 VACANZIERI

Un volo Ryanair con destinazione Maiorca è fermo da due giorni all'aeroporto Orio al Serio di Bergamo. Tanti disagi per i numerosi passeggeri 29/06/2017 Quasi cento persone sono bloccate da due giorni all'aeroporto Orio al Serio di Bergamo in attesa di partire per Maiorca con un volo Ryanair.I vacanzieri, infatti, dovevano partire mercoledì mattina ma sono ancora fermi a Bergamo: "Il volo doveva partire mercoledì mattina alle 12 — aggiunge — . Io, mia moglie e i piccoli siamo arrivati in aeroporto verso le 9.30, come molti altri. Causa brutto tempo, l’aeromobile della compagnia low cost è stato dirottato a Bologna e non è mai atterrato a Orio", racconta Filippo Prezzi, un passeggero, come riporta il Corriere della SeraTanti bambini al seguito con i genitori ma nessuna rassicurazione da parte del personale della compagnia aerea."Verso le 23.30, mezzanotte ci hanno portato in un albergo a dieci chilometri di distanza. Confermando la partenza per l’isola delle Baleari il giovedì mattina alle 11", ma ieri nessuno è mai partito.Ogni giorno parte un aereo per Maiorca, alle 15.30, e noi ci domandiamo se potranno sistemarci su quello essendo già completo". In tanti si lamentano della situazione spiacevole mentre un addetto della biglietteria ha detto agli aspiranti viaggiatori che "può succedere"

CLIENTI SICURI E, QUINDI, CLIENTI FELICI, MA SOLO IN AGENZIA DI VIAGGIO!

Clienti sicuri e, quindi, clienti felici, ma solo in agenzia di viaggio, e non altrove.
 

E' MEGLIO PRENOTARE ON-LINE O NELLA VECCHIA MA SICURA AGENZIA DI VIAGGI?

BLUE AIR, NUOVO VOLO TORINO-NAPOLI

Blue Air 22/06/2016 - Blue Air continua ad investire sullo scalo di Torino ed annuncia l’apertura del collegamento diretto per Napoli a partire dal 1 ottobre 2016. Il collegamento sarà operato da Blue Air in codeshare con Meridiana, che continua ad essere presente sulla rotta Torino - Napoli, seppur in forma tecnica diversa, in attesa di una definizione delle proprie scelte industriali di sviluppo. Il volo Torino – Napoli è la sedicesima rotta che la compagnia servirà da Torino e che va ad arricchire ulteriormente il network delle destinazioni Blue Air offerte dal capoluogo piemontese.
Blue Air, che ha avviato le operazioni sullo scalo nel novembre 2014, oggi collega Torino con: 4 capitali europee (Atene, Berlino, Londra Luton e Madrid),  2 destinazioni in Romania (Bucarest e Bacau),  7 città italiane (Alghero, Bari, Catania, Lamezia Terme, Napoli, Pescara, Roma Fiumicino),  3 destinazioni nelle isole Baleari (Ibiza, Minorca, Palma di Maiorca). Nella stagione estiva 2016 Blue Air opera da Torino fino a 65 voli settimanali.
Lo sviluppo del vettore sullo scalo offre, oltre a molteplici possibilità di viaggiare in Italia ed in Europa, anche importanti ricadute dal punto di vista occupazionale, grazie al rafforzamento della base torinese, composta attualmente da 3 aerei basati, e l’assunzione prevista di 100 persone: 40 assistenti di volo, 20 piloti ed altre 40 posizioni a supporto dell’organico della base di Torino. I biglietti sono prenotabili attraverso tutti i canali di vendita Blue Air: sul sito www.blueairweb.com, tramite il call center al numero 06 48771355 e in tutte le agenzie di viaggio partner di Blue Air. Le tariffe includono lo snack a bordo ed il bagaglio a mano di 10kg.

TUNISIA, 1500 AGENTI POLIZIA A DIFESA SPIAGGE

tunisia22/06/2016 - Per garantire il buon andamento della stagione turistica estiva e dunque un soggiorno sicuro ai turisti stranieri e tunisini nei luoghi di villeggiatura in Tunisia, il direttore generale della sicurezza pubblica, Omar Messaoud, ha annunciato durante una visita nella zona turistica di Yasmine Hammamet, il dispiegamento di 1500 agenti di polizia sulle spiagge e la creazione di 72 centri di sicurezza. Queste misure, ha ricordato, rappresentano un dispositivo di ordine pubblico coerente in grado di proteggere spiagge, circuiti turistici, spazi pubblici, basato sulla maggiore mobilitazione degli agenti e delle pattuglie di pubblica sicurezza. (ANSAmed).



COSTA CROCIERE: RILANCIA IL MIGLIOR PREZZO GARANTITO”

17/09/2015 - Mondanità viaggi Arezzo news - Costa Crociere, in seguito al grande successo ottenuto, estende la formula “Miglior Prezzo Garantito”, con un’offerta di destinazioni raddoppiata e il prolungamento al 15 ottobre del termine per effettuare le prenotazioni. La Compagnia italiana conferma così la sua attenzione alle Agenzie di Viaggio e al cliente finale.   L’iniziativa di “protezione del prezzo”, con un acconto di soli 50 euro a persona, garantisce al cliente in ogni caso il prezzo più basso disponibile e consente di cancellare la vacanza fino a 45 giorni dalla partenza, per prenotazioni effettuate fino al 15 ottobre sulla programmazione da dicembre 2015 a maggio 2016, verso Caraibi, Emirati Arabi, Mediterraneo, Canarie e Nord Europa. In particolare, la formula “Miglior Prezzo Garantito” include ora anche gli itinerari nel Mediterraneo da 8 a 13 giorni a bordo di Costa Diadema, Costa Deliziosa, Costa Fascinosa, Costa Mediterranea, Costa Magica e Costa neoClassica e le crociere da 8 giorni con partenza da Stoccolma in programma la prossima primavera a bordo di Costa Luminosa. Restano inoltre confermati gli itinerari da 9 a 11 giorni verso Dubai ed Emirati Arabi a bordo di Costa Fortuna e Costa neoRiviera, i 9 giorni a bordo di Costa Favolosa tra Repubblica Dominicana, Antille e Antigua, oppure ancora i 16 giorni nelle Antille e nelle Isole Vergini a bordo di Costa Magica.   “L’ottimo risultato ottenuto finora da “Miglior Prezzo Garantito” ci ha convinti dell’opportunità di prolungare e ampliare la formula, che offre al mercato le migliori quotazioni disponibili anche dopo la prenotazione della crociera e la possibilità di bloccare la propria vacanza senza dover versare acconti importanti e di cancellarla entro 45 giorni dalla partenza con un piccolissima penale. – spiega Carlo Schiavon, Direttore Commerciale e Marketing Italia di Costa Crociere. – In questo modo, vogliamo far sentire protetti i nostri clienti e al tempo stesso fornire alle Agenzie di Viaggio nostre partner un forte strumento di ingaggio ”.   Riparte per tutte le prenotazioni effettuate tra ieri, il 15 settembre,  e il 15 ottobre, sulle crociere dell’inverno e primavera 2016, la campagna di incentivazione “Prova-C” riservata agli Agenti di Viaggi, che potranno aumentare la propria redditività e i propri guadagni. Costa Crociere offre infatti la possibilità di ottenere una “over commission” sul fatturato prodotto in Costaextra.

NUOVE OFFERTE FIRMATE IBERIA

28/08/2015 - Iberia ha appena lanciato un'offerta speciale di voli dall'Italia a Madrid e a sette città latino americane della sua rete. Tra queste troviamo Bogotà, Caracas, Quito e Guayaquil, ma anche Santo Domingo, Cali e Medellín, alcune delle destinazioni che la compagnia aerea ha iniziato ad operare recentemente.  Tra le proposte di Iberia per fare una scappata fuori stagione, ricordiamo Madrid a partire da 140 euro*, Santo Domingo e Bogotà, a partire da 570 euro*, Cali, Medellín e Caracas a partire da 630 euro*, oltre a Quito e Guayaquil a partire da 930 EUR*. Tutti i prezzi sono finali per i voli di andata e ritorno. Le prenotazioni si possono già realizzare attraverso il Call Center di Mondanità viaggi , così come attraverso i canali abituali di vendita fino al 26 settembre per voli fino a giugno 2016, a seconda del paese di destinazione e della disponibilità dei posti. Il Gruppo Iberia opera 240 voli alla settimana tra Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Roma, Torino, Venezia e Madrid. Quest'estate ha volato anche da Catania, Olbia e Verona. Attraverso il T4 dell'aeroporto della capitale spagnola, i passeggeri possono proseguire il loro viaggio verso altre 31 destinazioni in Spagna, Lisbona e Porto in Portogallo, 10 città in Africa, 19 destinazioni in America Latina, così come cinque negli Stati Uniti. Nel 2015, il Gruppo Iberia offrirà un 8,5% in più di posti sulle sue rotte italiane.

LE TRUFFE VIA INTERNET NON VANNO IN VACANZA

20/08/2015 Numeri alla mano, il fenomeno non è da sottovalutare. Secondo le cifre riportate ieri da lastampa.it sono 80mila le denunce arrivate solo lo scorso anno a causa di vacanze truffa acquistate online. Moltiplicando per il valore medio di una pratica (seppur a prezzi ‘da abbordaggio’ come è solito proporre chi è dedito ai raggiri online), si ottiene una cifra di tutto rispetto.Soldi che, in definitiva, è come se fossero rubati alle agenzie di viaggi e al turismo regolare.
È vero, le prime vittime sono sicuramente gli aspiranti vacanzieri che, attratti da tariffe mirabolanti, restano con un palmo di naso, buttando via quanto risparmiato durante l’anno senza ottenere il viaggio desiderato.
Ma, subito dopo, vengono le agenzie di viaggi. Il giro d’affari calcolato poco prima, in teoria, era destinato alle loro tasche, ovvero a chi lavora regolarmente nella distribuzione turistica offrendo garanzie. Il potenziale cliente attratto dalle sirene dei megasconti ha lasciato nelle mani dei truffatori una somma che avrebbe dovuto affidare ai professionisti. E, mentre questi ultimi lottano per tenere la serranda aperta, coloro che vivono di inganni nell’ombra incassano cifre da record.
Tornando ai dati, altri due elementi saltano all’occhio: i periodi di maggior incidenza delle truffe (che si concentrano nell’altissima stagione) e le destinazioni più gettonate nei raggiri, ovvero quelle più costose. Si parla infatti del Trentino Alto Adige in inverno e di Toscana e Liguria in estate.
Insomma, il giochetto più ’sicuro’ (dal punto di vista del truffatore, ovviamente) sarebbe quello di proporre mete e periodi proibitivi a prezzi da discount. E, stando alle cifre, il meccanismo purtroppo sembra funzionare.
I consigli per evitare i raggiri non sarebbero nemmeno più da elencare. In primo luogo, bisognerebbe controllare le credenziali della controparte, partita Iva e licenza in testa. Ma, spesso, l’illusione di un risparmio troppo bello per essere vero gioca a sfavore dell’acquirente. E, purtroppo, anche di coloro che vivono di turismo. di Francesco Zucco TTGITALIA.COM

GLI SCALI DA EVITARE PER I VIAGGIATORI SOTTO STRESS

18/08/2015 Astenersi turisti stressati. linkiesta.it, riprendendo la classifica pubblicata da businessinsider.com, ha riportato l’elenco degli otto aeroporti in cui evitare scali se si è viaggiatori sotto pressione.In altre parole, si tratta degli aeroporti più trafficati del mondo. Con cifre destinate a crescere dal momento che, nei soli aerei di compagnie americane, tra giugno e agosto avranno  viaggiato 222 milioni di passeggeri: un numero che supera anche il record dell’estate 2007.Ecco la classifica (a ritroso, dall’ottava alla prima posizione) nel dettaglio, con il traffico previsto nel trimestre caldo che si concluderà alla fine del corrente mese:

8° - Parigi Charles De Gaulle: 63,8 milioni di passeggeri 7° - Chicago O’Hare: 69,9 milioni 6° - Dubai International Airport: 70,5 millioni 5° - Los Angeles International Airport: 70,6 5ilioni 4° - Haneda International Airport: 72,8 milioni 3° - Lonbdon Heathrow: 73,4 milioni 2° - Beijing Capital International Airport: 86,1 milioni 1° - Hartsfield-Jackson Atlanta International Airport: 96,1 milioni

ALITALIA, SCIOPERO DI 24 ORE DI PILOTI E ASSISTENTI DI VOLO

24/07/2015 Sono oltre 60 tra arrivi e partenze i voli cancellati finora all'aeroporto di Fiumicino per lo sciopero di 24 ore di piloti e assistenti di volo Alitalia proclamato dall'Anpac. Nello scalo, al momento, i disagi appaiono contenuti per i passeggeri, fin da ieri contattati dalla compagnia aerea - viene riferito -, che per l'agitazione ha preventivamente cancellato circa il 15% dei voli previsti, di corto e medio raggio. Per assistere i passeggeri Alitalia ha messo in campo al Terminal 1 personale con fratini fosforescenti, che indirizza i viaggiatori.

 

 

EMIRATES RIPRISTINA I COLLEGAMENTI PER ERBIL

16/07/2015 -  Emirates ha annunciate che ripristinerà i voli passeggeri per Erbil dal prossimi 15 Agosto 2015. I quattro voli settimanali di Emirates per Erbil saranno effettuati il Lunedì, il Martedì, il Giovedì e il Sabato, con un A330-200 con configurazione a due e tre classi. Lo Sceicco Majid Al Mualla, Divisional Senior Vice President Commercial Operations, Centre di Emirates, ha dichiarato: “Abbiamo attentamente osservato la situazione nel nord dell'Iraq, sulla base di una revisione globale delle nostre attività, nonché dopo una valutazione approfondita del rischio che è in linea con gli standard di sicurezza di Emirates, abbiamo deciso di riprendere i nostri servizi a Erbil. Ciò contribuirà a sostenere la comunità imprenditoriale a riprendere le loro attività ad Erbil che erano stati interrotte dal conflitto”.  “Come misura precauzionale, stiamo reindirizzando il nostro percorso di volo da e per Erbil, con conseguenti tempi di volo più lunghi. La sicurezza dei nostri passeggeri, equipaggio e velivoli sono prese molto sul serio e non saranno compromesse in alcun caso”. I servizi Emirates per Erbil che utilizzano il velivolo wide body A330-200 partono il lunedì con la sigla EK949, decollando da Dubai alle 6:45 con atterraggio ad Erbil alle 9:20. Il volo di ritorno, l’EK950 decolla da Erbil alle 10:45 e arriva a Dubai alle 14:55. I voli effettuati il Martedì, Giovedì e Sabato, operati come EK951, decollano da Dubai alle 13:15 e atterrano a Erbil alle 15:50. Il volo di ritorno, l’EK952 parte da Erbil alle 17:25 e arriva a Dubai alle 21:35.

LEI NON CHI SONO IO...

Aurelio De Laurentis aggredisce un poliziotto in aeroporto, non gli porta le valige Dopo un sabato passato in barca sotto il sole cocente, Aurelio de Laurentis ha fatto i bagagli ed è andato in aeroporto per raggiungere la sua squadra in ritiro in Trentino. Ma una volta arrivato allo scalo di Capodichino il patron del Napoli, riporta Repubblica, avrebbe perso la pazienza con un poliziotto, arrivando all'aggressione fisica. Ieri, martedì 14 luglio, de Laurentis ha ricevuto un comunicato della Cgil lavoratori della polizia. Il sindacato chiede che venga perseguito per il suo comportamento violento e minaccioso.I fatti - Sabato 11 luglio de Laurentiis arriva in aeroporto e pretende di salire subito sull'aereo con il suo staff, composto da 18 persone, saltando la fila e passando quindi dal varco riservato all'equipaggio. Il patron del Napoli viene accontentato. Senza nemmeno ringraziare chiede a un agente della Polaria di portargli le valige. Il poliziotto si rifiuta: "Non sono qui per questo", dice. A quel punto de Laurentis chiede di essere portato con il suo pulmino privato fino alla scaletta dell'aereo. Le misure di sicurezza, però, non lo permettono. De Laurentis perde la brocca: "Non seguirmi, non mi servi più". E gli dà una gomitata alla gola. Lo staff interviene per trattenerlo ma il risultato è che le prende anche un altro poliziotto. La reazione - Il sindacato degli agenti Silp Cgil scrive: "Quello che è accaduto è vergognoso e dimostra ancora una volta come personaggi che credono di essere al di sopra della legge non amino il rispetto delle regole e il lavoro che le forze dell'ordine svolgono per tutelare i cittadini. Al presidente della società è stato cortesemente consentito, pur non avendone diritto alcuno, di imbarcarsi attraverso il varco riservato. Ma se de Laurentiis giunge ad aggredire i poliziotti fisicamente provocando loro contusioni e lesioni è mortificante per i lavoratori della polizia e ignobile per chi si crede al di sopra della legge. La polizia è al servizio dei cittadini e non come crede de Laurentiis, dei privati, addirittura con mansioni di domestico". Fonte: liberoquotidiano.it

 

MERIDIANA, NUOVA PARTNERSHIP CON KALIGO

13/07/2015 - Meridiana Club, il programma di fidelizzazione di Meridiana, a poco più da un anno dalla nascita, acquisisce un nuovo importante partner: Kaligo.com una piattaforma globale per l’acquisto di soggiorni in hotel.La partnership offre ai membri del Meridiana Club la possibilità di guadagnare fino a 10.000 Avios per notte sulle prenotazioni alberghiere effettuate su Kaligo.com. Inoltre, fino al 31 agosto 2015, i membri del Meridiana Club potranno godere di uno speciale bonus addizionale di 2.000 Avios sulla loro prima prenotazione. I membri possono visitare www.kaligo.com/meridiana-club <http://www.kaligo.com/meridiana-club>  per maggiori dettagli.Kaligo.com offre più di 300.000 strutture prenotabili in tutto il mondo, tra cui importanti catene internazionali di hotel e resort, propone tariffe sempre competitive e per lo più totalmente rimborsabili.Andrea Andorno, CCO di Meridiana ha dichiarato: "Kaligo è il primo partner che non appartiene al settore aviazione, gli diamo in benvenuto convinti che rappresenti una novità che sarà largamente apprezzata dai nostri clienti membri di Meridiana Club”.“Kaligo è entusiasta di questa nuova partnership con Meridiana Club che permetterà di offrire ai suoi membri un’esperienza di prenotazione hotel a cinque stelle e una percentuale di accumulo Avios senza precedenti.", Ha detto Kyle Armstrong, CEO di Kaligo. "Siamo molto lieti che tanti frequent flyer ci definiscano come la migliore piattaforma per le prenotazioni alberghiere e ci sforziamo di fornire loro un sempre migliore rapporto qualità-prezzo, la flessibilità e la scelta. Kaligo auspica di lavorare a stretto contatto con Meridiana Club per garantire il successo di questa partnership e fornire ai suoi membri una grande esperienza di viaggio dall’inizio alla fine”.Attraverso Avios, leader nel campo delle travel rewards currency e parte di International Airlines Group (IAG), ovvero la società di controllo di British Airways e Iberia, i frequent flyer di Meridiana accumulano la moneta comune utilizzata anche dal programma fedeltà Executive Club di British Airways ed Iberia Plus di Iberia. Tutti gli iscritti a questi programmi possono spendere Avios volando con Meridiana e le altre compagnie aeree parte del programma, raggiungendo oltre 220 destinazioni nel mondo.Katy Dunn, direttore Clienti al Avios, ha detto: "Prenotare alberghi con Kaligo è un modo fantastico per i membri del Meridiana Club per accumulare Avios rapidamente. Grazie ad una vasta scelta di hotel di qualità e ai prezzi concorrenziali Kaligo rappresenterà sicuramente una scelta di elevato appeal per tutti i frequent flyer.”Iscriversi al Meridiana Club è semplice è gratuito, basta collegarsi all’apposita sezione del sito meridiana.com. Da oggi, inoltre, con kaligo.com per gli iscritti è disponibile un nuovo utile servizio per organizzare i propri viaggi e accumulare un numero sempre maggiore di AVIOS diventa ancora più facile.

ESTATE 2015, INDAGINE CONFESERCENTI-SWG: TORNA LA VOGLIA DI MARE

13/07/2015 - Dopo il calo registrato negli ultimi due anni, il 2015 segna il grande ritorno della classica vacanza al mare. Quest’estate quasi 16 milioni di italiani sceglieranno una meta balneare: si tratta di oltre un viaggiatore su due (54%), il 6% in più rispetto al 2014. Sul bagnasciuga si cercherà soprattutto tintarella e sole, motivazione indicata dal 30% di chi ha deciso di trascorrere le proprie vacanze in una località balneare; ma è forte anche il desiderio di respirare un’aria più salutare rispetto a quella cittadina, segnalato da uno su quattro (il 26%) e quello di vivere un maggiore contatto con la natura e l’ambiente (18%). Pochissimi, invece, andranno al mare per una nuotata: solo l’8% segnala la voglia di fare il bagno tra le ragioni per cui passerà le ferie sulla spiaggia. E’ quanto emerge dal consueto sondaggio condotto da Confesercenti con SWG sugli italiani in occasione delle vacanze estive 2015. Il mare rimane di gran lunga la meta preferita dagli italiani: si nota anzi una polarizzazione a discapito di tutte le altre tipologie di destinazione. Cala infatti la quota di vacanzieri che partiranno per la montagna, che passa dal 13% all’11%, così come diminuiscono i connazionali che hanno programmato ferie all’insegna dell’ecologia, in un parco o in una riserva naturale: nel 2014 erano l’8%, quest’anno il 6%. Stabili, invece, le preferenze per le città d’arte e le metropoli, verso le quali si orienterà il 19% dei viaggiatori, e le mete esotiche, scelte dal 3%. Torna a piacere anche lo stabilimento attrezzato, scelto dal 45% di chi andrà in vacanza sotto l’ombrellone, contro il 42% registrato nell’estate 2014. L’opinione pubblica si divide invece perfettamente a metà sul tema degli ambulanti abusivi che girano per le spiagge: il 50% degli intervistati si è detto infastidito, contro un’altra metà che appare invece più disposta a chiudere un occhio. Chi non vede positivamente il fenomeno lo considera una dimostrazione della mancanza di legalità e di controllo nel nostro Paese (70%) , mentre meno di 1 su 5 (il 17%) lo interpreta come un segnale di degrado. Il 13%, infine, punta il dito sull’evasione fiscale da parte degli abusivi: un fattore sentito soprattutto tra i rispondenti del Nord Est.  “La stagione è partita in sordina, ma grazie al caldo è poi andata in crescendo”, commenta Vincenzo Lardinelli, presidente di Fiba, l’associazione che riunisce gli imprenditori balneare di Confesercenti. “Un po’ per il cosiddetto consumo d’impulso, realizzato dagli italiani in fuga dalle città arroventate per recarsi nelle località di mare più vicine, un po’ perché  le mete  balneari rappresentano d’estate  sempre un forte richiamo turistico.  E gli stabilimenti  accolgono ed incoraggiano questa tendenza aumentando i servizi e soprattutto mantenendo fermi i prezzi. La parola d’ordine è: stabilità dei prezzi. Chi è riuscito ha anche abbassato un po’ le tariffe per andare incontro alla clientela, soprattutto in quelle zone del Paese dove la crisi si fa sentire di più. Parallelamente si è cercato di incrementare l’offerta con attività ricreative, sportive, fitness, mentre non si costruiscono più piscine in riva al mare, talvolta per le limitazioni imposte dalle Regioni, ma soprattutto per l’impossibilità di investire. Il dato positivo è che questo caldo eccezionale sta portando un incremento dei consumi in bibite, gelati e pasti nei ristoranti. Mentre il negativo è rappresentato dalla crescente presenza dell’abusivismo lungo i litorali. Un fenomeno che, nonostante l’impegno delle imprese balneari e le varie direttive di contrasto varate anche recentemente dal ministero, continua a sfuggire all’attenzione delle forze dell’ordine, a danno della clientela e del commercio locale”. “Al di là della situazione contingente – conclude il Presidente di Fiba - continuiamo ad aspettare una normativa capace di garantire continuità. Siamo leader mondiali nei servizi di spiaggia ed è necessaria una regolamentazione compatibile con le normative europee, ma capace di salvaguardare questo settore di eccellenza del  turismo e dell’economia italiana. ”.

EMIRATES, INAUGURATO IL SECONDO VOLO GIORNALIERO PER SEATTLE

10/07/2015 - Emirates ha annunciato oggi il suo secondo servizio giornaliero dall'aeroporto internazionale di Dubai (DXB) al Seattle-Tacoma International Airport (SEA). Il nuovo servizio, EK227, che ha avuto inizio il 7 luglio ed è operato da un Boeing 777-200LR, parte da Dubai alle 03:15 e arriva a Seattle alle 06:55. Il volo di ritorno, EK228, parte da Seattle alle 9:40 e arriva a Dubai alle 10:55 del giorno successivo. Il nuovo servizio integrerà il servizio esistente EK 230, effettuato con il Boeing 777-300ER, che parte da Seattle alle 17:40 e atterra a Dubai il giorno seguente alle 18:55. "Questo nuovo servizio offrirà ai passeggeri la convenienza di una partenza sia di mattina che una di sera da Dubai così come da Seattle" ha detto Hubert Frach, Emirates Divisional Senior Vice President, Commercial Operations, West. "Questo secondo servizio giornaliero offrirà ai nostri passeggeri nell’area di Seattle, anche più scelte quando si vola con Emirates e soddisferà la loro richiesta di ulteriori voli da questo gateway. Coloro che viaggiano per lavoro apprezzeranno anche la facilità di portare avanti i loro affari come risultato di una migliorata connettività tra Seattle e le destinazioni internazionali. Così, quando i viaggiatori d'affari sono diretti verso una destinazione Emirates in Medio Oriente, in Africa o in Estremo Oriente o quando richiedono uno dei frequenti delle collegamenti giornalieri Emirates per Hyderabad, Mumbai o Delhi, la comunità globale sarà ora più vicina a Seattle."

PRENDE FORMA IL PRIMO A350 XWB DI CATHAY PACIFIC

10/07/2015 - Procede bene l’assemblaggio del primo A350-900 per Cathay Pacific che ha luogo nella Linea di Assemblaggio Finale (Final Assembly Line - FAL) di Tolosa. Dopo la fase di unione della fusoliera, a lei si sono aggiunti anche il piano di coda orizzontale e verticale e il cono di coda. In seguito l’aeromobile verrà spostato nella stazione successiva per il completamento della struttura, i test a terra e le prime fasi dell’installazione della cabina.
La consegna dell’aeromobile è prevista per gli inizi del prossimo anno, e sarà il primo di 48 A350 XWB acquistati da Cathay Pacific. La flotta di Cathay Pacific di A350 XWB comprenderà 22 A350-900 e 26 dei più grandi A350-1000, che saranno operativi sulle rotte di medio e lungo raggio

Per offrirti un servizio migliore Mondanita.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.