LUOGHI MISTERIOSI DA VISITARE IN ITALIA

Per un preventivo telefona al +39.0575.21696

Cerchi itinerari del mistero fra castelli infestati dai fatasmi e palazzi maledetti? Ecco una guida dei luoghi misteriosi da visitare in Italia. Scopri luoghi strani e curiosi in Lombardia, Toscana, Piemonte, Emilia Romagna, Sardegna e tante altre regioni italiane.

Siete avventurieri sempre a caccia di nuovi posti da visitare? Allora non potete fare a meno di leggere questo articolo! Oggi compieremo un vero e proprio viaggio nel mistero, un percorso da nord a sud, alla ricerca dei luoghi più strani e curiosi del paese: dai castelli maledetti alle chiese misteriose. Se i vostri programmi televisivi preferiti sono Voyager e Mistero e siete terribilmente affascinanti dagli itinerari particolari, non vi resta che prendere appunti! Ecco i luoghi misteriosi da visitare in Italia.

Nord Italia: luoghi misteriosi da visitare in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna

Ecco alcuni dei luoghi più misteriosi da visitare in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna:

La costola di drago nel Santuario Natività della Beata Vergine di Paladina

La costola di drago nel Santuario Natività della Beata Vergine di Paladina

DOVE: Paladina (Bergamo) - Lombardia
Nel piccolo comune di Paladina si trova il Santuario Natività della Beata Vergine. All'interno di questo, è conservato un grosso osso pendente dal soffitto, precisamente una costola appartenuta ad una misteriosa bestia. Secondo la leggenda la bestia non era altro che uno spaventoso drago che terrorizzò gli abitanti fin quando il prode cavaliere S.Giorgio non lo sconfisse.

Le monache senza volto del Monastero di Torba

Le monache senza volto del Monastero di Torba

DOVE: Torba (Varese) - Lombardia
Il Monastero di Torba è un complesso di strutture dal grande fascino storico. Gli interni di una di queste strutture, il Castrum, sono adornati con affreschi religiosi. Tra questi è possibile riconoscere alcune monache in processione senza i tratti del viso (probabilmente scomparsi a causa dell'umidità all'interno della stanza). Secondo la leggenda, quando vennero realizzati gli affreschi, tre monache furono costrette a lasciare il monastero senza poter completare l'opera. Le consorelle decisero di lasciare l'affresco incompleto in attesa che arrivassero nuove monache o che ritornassero le tre donne fuggite via. Purtroppo però, da lì a poco il monastero venne abbandonato e non fu possibile ultimare il dipinto. Oggi si dice che le anime delle tre sorelle misteriosamente scomparse stiano ancora cercando di tornare nel dipinto.

Il Castello più infestato d'Italia a Moncalieri

Il Castello più infestato d'Italia a Moncalieri

DOVE: Moncalieri (Torino) - Piemonte
Il Castello di Moncalieri non necessita di presentazioni: è noto a tutti come il castello più infestato d'Italia. Ad esso sono legate diverse leggende che narrano di un gran numero di spiriti maledetti e fantasmi che vagano tra le sue stanze: un frate murato vivo, un bambino rimasto vittima di un incidente accompagnato dalla sua nutrice straziata, un uomo condannato alla decapitazione, una promessa sposa assassinata ed un misterioso cavaliere templare.
Proprio quello del cavaliere è il mito più noto: pare che questo nobile combattente fosse l'amante di una giovane fanciulla promessa in sposa al padrone del maniero. Quando il conte scoprì che il suo amore per la ragazza non era corrisposto, uccise quest'ultima gettandola dalla torre. Il Cavaliere distrutto dal dolore della perdita decise di partire in guerra verso la Terra Santa. Alla sua morte venne seppellito nei pressi del castello di Moncalieri. Ciò che ha contribuito ad accrescere la fama di questa storia è stato il ritrovamento dei resti di un cavaliere ed il suo cavallo proprio vicino al castello, a sconvolgere è il fatto che i primi avvistamenti documentati di questo spirito dannato, risalgono a parecchi anni prima del ritrovamento dei resti.

Le grotte alchemiche di Torino

Le grotte alchemiche di Torino

DOVE: Torino - Piemonte
Si dice che la città di Torino sia attraversata da linee telluriche che le conferiscono una notevole importanza magica ed esoterica. Il vertice in cui si incontrano tali linee coincide con le grotte alchemiche, situate nei sotterranei della città. Secondo una antica credenza, queste grotte sarebbero dei passaggi verso altri mondi, due dei quali visitabili ed in parte regolati dagli stessi principi fisici vigenti sulla terra. Il terzo mondo parallelo è invece un luogo oscuro, dal quale non è possibile ritornare una volta entrati.

Il Fantasma di Azzurrina nel Castello di Montebello

Il Fantasma di Azzurrina nel Castello di Montebello

DOVE: Montebello (Rimini) - Emilia Romagna
Il Castello di Montebello è il teatro di un'altra leggenda ben nota riguardante le apparizioni del fantasma di Azzurrina. Guendalina, figlia albina del feudatario Ugolinuccio, veniva chiamata Azzurrina per via dei riflessi azzurri della sua chioma (la madre le tingeva i capelli per nascondere le sue condizioni). Una sera durante una giornata di tempesta la bambina scomparve in circostanze misteriose e non fu mai più ritrovata. Da allora il suo fantasma vaga per le stanze del castello.
 

Le fonti Miracolose del Santuario di San Rocco ad Ardola di Zibello

Le fonti Miracolose del Santuario di San Rocco ad Ardola di Zibello

DOVE: Ardola di Zibello (Parma) - Emilia Romagna

Nel paesino di Ardola di Zibello si trova il Santuario di San Rocco. Qui nel 1746 sorgeva una vecchia chiesa vicino alla quale apparvero delle fonti miracolose. Da queste fonti sgorgava acqua dai poteri prodigiosi, grazie alla quale venne arginata e curata l'epidemia di peste che in quell'anno aveva messo in ginocchio la popolazione. Uomini ed animali guarirono semplicemente bevendo l'acqua e in breve tempo molti pellegrini vollero visitare il luogo. Con i soldi guadagnati attraverso le visite venne poi realizzato il santuario.

Centro Italia: luoghi misteriosi da visitare in Toscana , Campania e Lazio

Ecco alcuni dei luoghi più misteriosi da visitare in Toscana , Campania e Lazio:

Il Castello di Strozzavolpe a Poggibonsi

Il Castello di Strozzavolpe a Poggibonsi

DOVE: Poggibonsi (Siena) - Toscana
Nel Castello di Strozzavolpe, durante le notti di luna piena, si aggira il fantasma di una volpe. Secondo la credenza popolare, questo animale abitò la zona adiacente al castello per anni senza che nessun cacciatore riuscisse mai a catturarla. Si diceva che avesse capacità sovrannaturali e che potesse mettere in fuga cavalieri ed uomini valorosi sputando fuoco dalla bocca. Tuttavia rimase vittima di un astuto agguato, venne catturata ed uccisa.
Il Mago di corte predisse allora che il castello sarebbe durato tanto quanto il corpo dell'animale, così il Conte fece imbalsamare e riempire d'oro quest'ultimo; nascondendolo successivamente in una stanza segretissima del castello protetta da tre uomini armati.

Le Macchine Anatomiche nella Cappella Sansevero a Napoli

Le Macchine Anatomiche nella Cappella di San Severio a Napoli

DOVE: Napoli - Campania
La Cappella è uno dei musei più importanti di Napoli, conosciuta in tutto il mondo per alcuni capolavori qui custoditi, tra cui il Cristo Velato. Una delle attrattive più singolari sono senza dubbio le macchine anatomiche. Si tratta di due corpi, uno maschile ed uno femminile, completamente scarnificati, realizzati a scopi medici-scentifici per volere del principe Raimondo di Sangro. Pare che l'ossatura sia stata effettivamente ricavata dai resti di due corpi umani. Secondo una leggenda, il principe avrebbe appositamente ucciso due suoi servi per realizzare l'opera, iniettando loro del mercurio nelle vene, per far si che l'intero apparato circolatorio rimanesse solidificato.

La torre degli Incurabili a Giugliano

Mulino o Torre?

DOVE: Giugliano (Napoli) - Campania
Immerso nella campagna di Gugliano si trova un antico rudere chiamato la Torre degli Incurabili. Secondo alcuni questa struttura non è altro che un vecchio mulino a vento in disuso, ma molti anziani del luogo affermano sia stato un luogo ospedaliero, forse un manicomio, in cui venivano ricoverati tutti i malati incurabili. Pare inoltre che nei pressi della torre siano stati registrati strani ed inspiegabili avvistamenti.

La Porta Alchemica di Roma

La Porta Alchemica di Roma

DOVE: Roma - Lazio
Dove si trova l'odierna Piazza Vittorio, nel 1600 si ergeva Villa Palombara, luogo frequentato dai migliori alchimisti del tempo. Secondo il mito della Porta Magica, in questa villa si recò un pellegrino, in cerca di una miracolosa erba in grado di generare oro. Tale figura scomparve misteriosamente lasciando all'ingresso della porta tre pagliuzze d'oro e delle indecifrabili iscrizioni, grazie alle quali sarebbe stato possibile conoscere il segreto della pietra filosofale. Le iscrizioni sono state poi incise sull'arco della porta ed ancora oggi non è stato possibile decifrarle.

Il Fantasma della regina Amalasunta nell' Isola Martana

Il Fantasma della regina Amalasunta nell' Isola Martana

DOVE: Isola Martana (Viterbo) - Lazio
Amalasunta fu regina dei Goti succedendo il padre Teodorico, ma in quanto donna venne profondamente odiata dai membri della sua stessa famiglia, perchè ritenuta non degna di ricoprire una tale carica. Venne imprigionata ed assassinata dal cugino Teodato, da allora la sua anima vaga sull'isola di Martana.

Sud ed Isole: luoghi misteriosi da visitare in Puglia, Sicilia e Sardegna

Ecco alcuni dei luoghi più misteriosi da visitare in Puglia, Sicilia e Sardegna:

Il Misterioso Castel Del Monte di Andria

Il Misterioso Castel Del Monte di Andria

DOVE: Andira (Barletta-Andria-Trani) - Puglia
Castel Del Monte è una struttura ottagonale risalente al medioevo, realizzata dal sovrano Federico II. Costruita seguendo un preciso rigore matematico ed astronomico, è stata inserita tra i patrimoni UNESCO. Ancora oggi rimane ignota la sua funzione. Non si sa per quale motivo sia stata costruita, soprattutto seguendo un piano di realizzazione così minuzioso. I numerosi elementi simbolici presenti al suo interno hanno spinto studiosi ed appassionati a considerarla uno dei luoghi legati all'ordine dei Cavalieri Templari.

VEDI ANCHE: I LUOGHI DEI CAVALIERI TEMPLARI IN ITALIA

Valle d'Itria in Puglia: il luogo più sicuro d'Italia

Valle d'Itria in Puglia: il luogo più sicuro d'Italia

DOVE: Cisternino (Brindisi) - Puglia
La Valle D'Itria pare sia legata addirittura a leggende d'oltreoceano. La zona compresa fra i comuni di Cisternino, Ceglie Messapica, Ostuni e Martina Franca sarebbe infatti magica, al punto tale da garantire la salvezza dalla fine del mondo.
Ricordate le profezie Maya sul 21 dicembre 2012? Bene, secondo i seguaci dello Yogi indiano Babaji, la Valle d'Itria sarebbe stata uno degli pochi posti al mondo a rimanere intatti, se fosse avvenuta la catastrofe...

Il "Tesoro di li diavuli" di Palazzo della Zisa a Palermo

Il

DOVE: Palermo - Sicilia
Nel Quartiere della Zisa, a Palermo, si trova l'omonimo palazzo. All'interno di questo si troverebbe un grandissimo tesoro, appartenuto ad un sultano arabo. La leggenda narra di un amore profondo tra Azel Comel e la bellissima El-Aziz. Al matrimonio dei due giovani si oppose il sultano del Libano, padre del giovane Azel. Quest'ultimo rubò il tesoro di famiglia e fuggì insieme alla sua amata fino a Palermo, dove fece costruire il Palazzo, qui nascosero i cimeli proteggendoli con un sortilegio. La madre della ragazza, affranta dalla perdita della propria bambina, si suicidò. Quando El-Aziz apprese la terribile notizia, straziata, volle raggiungere la propria madre togliendosi a sua volta la vita. Azel Comel allora impazzì cominciando a vagare senza meta per giorni fin quando non morì egli stesso. Di questa terribile storia rimarrebbe solamente il tesoro, protetto dai Diavoli. Secondo la tradizione, l'unico modo per accedere a tali ricchezze sarebbe contare l'esatto numero di diavoli ritratti nell'affresco della sala della fontana, questi però sembrano prendersi gioco dei visitatori facendo strane smorfie e rendendo impossibile la conta.

I "giganteschi" faraglioni di Acitrezza

I

DOVE: Aci Castello (Catania) - Sicilia
Ad Aci Trezza, graziosa frazione balneare del comune di Aci Castello, è possibile ammirare i meravigliosi Faraglioni dei Ciclopi.
Questi imponenti massi, secondo la leggenda, sarebbero stati lanciati proprio del ciclope Polifemo ad Ulisse, nel tentativo di affondare la nave di quest'ultimo.
Questo è solo uno dei tanti luoghi siciliani legati al mito dei giganti, enormi creature mitologiche che avrebbero abitato l'isola per diversi secoli.

Cusiorità: Aci Trezza è famosa inoltre per essere il luogo in cui sono ambientate le vicende dei Malavoglia, famiglia protagonista dell'omonimo romanzo scritto da Giovanni Verga

Il Tesoro di Santa Giusta ed i quattro teschi "custodi"

Il Tesoro di Santa Giusta ed i quattro teschi

DOVE: Chiaramonti (Sassari) - Sardegna
Nel paesino di Chiaramonti si trova una chiesa dedicata a Santa Giusta. Qui pare vi fosse una fonte la cui acqua era in grado di curare ogni male. Negli anni diversi fedeli ricevettero la grazia dalla santa, e vollero lasciare omaggi e beni; in questo modo si accumulò un grande tesoro. Un giorno quattro banditi tentarono di rubare l'oro, ma rimasero intrappolati nella chiesa e morirono annegati sotto l'acqua fuoriuscita dalla fonte. Poco prima di morire gli uomini si pentirono, chiedendo scusa a Santa Giusta, e questa salvò le loro anime mettendole a protezione del tesoro per l'eternità. Oggi sono ben visibili 4 teschi murati in corrispondenza dell'ingresso principale.

I Giganti di Monte Prama

I Giganti di Monte Prama

DOVE: Mont'e Prama a Cabras/Museo di Cagliari - Sardegna
I Giganti sono delle affascinanti sculture nuragiche ritrovate per caso nella zona di Mont'e Prama, nei pressi di Cabras.
La loro datazione pare sia compresa tra il IX ed XI secolo a.C.
Alti oltre due metri, rappresentano dei guerrieri, presumibilmente realizzati per "proteggere" una tomba (esattamente come l'esercito di terracotta cinese), tuttavia la loro effettiva natura non è mai stata scoperta dagli archeologi, nè è mai stato possibile appurare con certezza quale popolo li abbia realizzati. Un altro mistero insoluto riguarda i loro occhi, perfettamente concentrici, realizzati con uno strumento simile ad un compasso. Oggi i resti delle statue sono conservati nel museo archeologico di Cagliari e nel museo archeologico di Cabras.

TRAVEL365.IT

Gallery

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

  • *

Curiosità dal mondo consigliate

Per offrirti un servizio migliore Mondanita.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.